R.Stallman: Free = Libero. Le quattro Libertà

“Free” come libero

Il termine “free software” [il termine ‘free’ in inglese significa sia gratuito che libero] a volte è mal interpretato: non ha niente a che vedere col prezzo del software; si tratta di libertà. Ecco, dunque, la definizione di software libero. Un programma è software libero per un dato utente se:

  • l’utente ha la libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo;
  • l’utente ha la libertà di modificare il programma secondo i propri bisogni (perché questa libertà abbia qualche effetto in pratica, è necessario avere accesso al codice sorgente del programma, poiché apportare modifiche a un programma senza disporre del codice sorgente è estremamente difficile);
  • l’utente ha la libertà di distribuire copie del programma, gratuitamente o dietro compenso;
  • l’utente ha la libertà di distribuire versioni modificate del programma, così che la comunità possa fruire dei miglioramenti apportati.

Poiché “free” si riferisce alla libertà e non al prezzo, vendere copie di un programma non contraddice il concetto di software libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *